Scambiatore di calore a serpentina

Gli scambiatori di calore a serpentina, possono rappresentare una valida alternativa agli, scambiatori di calore a fascio tubiero, laddove, oltre alle esigenze di scambio termico, possono intervenire altri fattori, come ingombri di installazione e facilità di pulizia e manutenzione.

 Scambiatore a serpentino in acciaio inox

Scambiatore a serpentino in acciaio inox

COME SONO FATTI GLI SCAMBIATORI A SERPENTINO?

La configurazione tipica di questi scambiatori prevede un recipiente cilindrico esterno, detto mantello, nel cui interno sono contenute una o più serpentine, realizzate da vari tubi avvolti a spirale, che possono essere disposte in maniera concentrica o allineate lungo lo stesso asse, collegate tra di loro in serie oppure in parallelo.

DIFFERENZE TRA GLI SCAMBIATORI A SERPENTINO E GLI ALTRI

Dal punto di vista termico, rispetto agli scambiatori a fascio tubiero, la particolare configurazione degli scambiatori a serpentino non permettere di raggiungere le stesse prestazioni. Il motivo di ciò è piuttosto semplice, in pratica lo scambiatore funge anche un po’ da accumulo. Infatti, il mantello può contenere volumi molto maggiori rispetto alla quantità di fluido contenuto nella serpentina, di conseguenza vi è sempre una parte del fluido lato mantello che resta ferma nello scambiatore, ostacolando i moti convettivi. Tuttavia, una adeguata progettazione e l’adozione di particolari configurazioni di scambio termico, inserendo più serpentine e costringendo il fluido nel mantello a compiere dei passaggi obbligati all’interno dello scambiatore, permettono di ottenere efficienze non molto distanti da quelle degli scambiatori a fascio tubiero. 

I VERI VANTAGGI DEGLI SCAMBIATORI A SERPENTINO

rispetto a quelli a fascio tubiero, consistono in:

  • Ridotti ingombri assiali, un tubo avvolto occupa meno spazio rispetto ad un tubo di pari lunghezza dritto;

  • Semplicità di realizzazione, che si traduce in minori costi a parità di area;

  • Minor sporcamento, la serpentina contrasta il depositarsi delle impurità presenti nel fluido, permettendo una loro più rapida evacuazione, nel mantello essendo i moti convettivi ridotti i sedimenti tendono ad accumularsi sul fondo e non sulle tubazioni, in questo modo si riducono le manutenzioni e lo scambio termico resta efficiente più a lungo;

  • Facilità di pulizia, per gli stessi motivi elencati prima anche la pulizia dello scambiatore è agevolata.

  • Possibilità di avere, lato mantello, più uscite a diverse temperature, se disposto in posizione verticale e per scambiatori abbastanza grandi può verificarsi il fenomeno della stratificazione, un po’ come avviene nei bollitori, dove a seconda dell’altezza in cui è posizionato il prelievo il fluido può uscire più o meno caldo.

Perché scegliere uno scambiatore a serpentina costruito da noi?

Progettiamo, dimensioniamo (su richiesta), e costruiamo gli scambiatori a serpentino secondo le Tue esigenze:

  1. produciamo anche un solo scambiatore senza costi aggiuntivi
  2. il preventivo che Ti inviamo è quello definitivo, non ci sono modifiche dopo aver fatto delle prove
  3. il materiale è sempre pronto
  4. viene collaudato a pressioni superiori a quelle richieste con aria compressa e con acqua
  5. i nostri addetti sono esperti, e quindi già alla prima telefonata possono darti indicazioni su come possiamo aiutarti ad ottimizzare il Tuo scambiatore.
 

Articoli correlati

Il prezzo è per ogni spira, la quantità è il numero di spire. Per calcolare l'altezza:

numero spire x (diametro tubo + spazio tra i tubi)


Indicare: Tipo fluido: Portata fluido: Temperatura di ingresso Temperatura di uscita
Indicare: Tipo fluido: Portata fluido: Temperatura di ingresso Temperatura di uscita
Nome e cognome *
Nome e cognome
Numero di telefono *
Numero di telefono