PERCHÉ trattare l'acqua primaria?

 A sinistra un tubo incrostato di calcare, a destra un tubo pulito

A sinistra un tubo incrostato di calcare, a destra un tubo pulito

Perchè il calcare è tanto pericoloso?

La corrosione 

messa in atto dal calcare ha dato vita a dei fori i quali, con il vapore in pressione, hanno potuto allargarsi in fretta. 

Spesso passa del tempo prima di scoprire che il generatore di vapore ha questo tipo di problema, perché tra la tubazione e la superficie esterna c’è uno spesso strato di isolamento ed infine la lamiera di rifinitura. Capite, quindi, che già questo è un motivo per associare il trattamento acque al risparmio energetico, visto che i fori nel fasciame provocano la perdita di parte del vapore prodotto. Se poi consideriamo la spesa per sostituire il generatore con uno nuovo, oltre che di risparmio energetico si ha anche risparmio economico. 

Altro fattore, altrettanto importante, è l’isolamento termico

Il carbonato di calcio possiede un coefficiente di conducibilità termica molto basso (tra lo 0,23 e il 2,3 W/mK). Quindi, incrostando le pareti metalliche della caldaia o del generatore di vapore ne limita lo scambio termico, provocando un sensibile calo del rendimento, e a lungo andare, anche notevoli danni alle tubazioni, se a contatto diretto della fiamma, (in caso di caldaia o generatore di vapore). Oppure un calo dell’efficienza e manutenzioni frequenti se si tratta di uno scambiatore di calore.

Quali fattori posso aiutare la formazione di carbonato di calcio?

Innanzi tutto, una elevata  durezza dell’acqua di alimento. Infatti, la durezza dell’acqua di alimento di un generatore di vapore deve essere per lo meno inferiore a 0,5°f.

Un altro fattore scatenante è lo sbalzo termico: se una parete è a contatto con una fonte di calore elevata come una fiamma, fumi, vapore, ecc … e l’altra è lambita da acqua a bassa temperatura, il carbonato di calcio tende cristallizzarsi anche in tempi molto brevi.

Quali altre sostanze dell’acqua da evitare?

L’acqua di alimento migliore è l’acqua demineralizzata o trattata attraverso osmosi inversa. Se per motivi di investimento non si vuole accedere a queste tipologie di trattamento dell’acqua, si deve installare un addolcitore. Questo sostituisce il calcio del carbonato di calcio con il sodio abbassando i gradi di durezza. Attenzione al fatto che il sodio è comunque corrosivo se presente in grandi quantità! Nell'acqua ci sono sempre ‘impurità’ visibili e non, che possono creare dei problemi. Nei generatori di vapore, per controllare la presenza di queste sostanze, è obbligatorio mantenere certi parametri dell’acqua entro determinati limiti, in base alle potenze e alle pressioni. Occorre quindi monitorare la durezza, e la conducibilità essendo, quest'ultima, legata all’alcalinità dell’acqua e alla presenza di Silicati e Sali in genere. In funzione di questi parametri vengono programmate le frequenze degli spurghi (se sono semi-automatici). Durezza e conducibilità elettrica sono da tenere costantemente visionati per garantire un elevata efficienza di: caldaie, generatori di vapore e scambiatori. Inoltre, è importante tenere sotto controllo la corrosione per ossidazione e l’ossigenazione, che si verificano in special modo negli impianti ad alte temperature (a causa di perdite),  negli impianti a pressione atmosferica, o nei periodi medio - lunghi di fermo del generatore. Per limitare ed eliminare questi pericoli si fa ricorso ad addizionanti chimici i quali aggiunti all'acqua di alimento garantiscono un funzionamento corretto del sistema ed l’azzeramento dei rischi di corrosione.


Conclusioni

Di seguito trovate elencati per tipo di impianto gli interventi obbligatori, come da normativa, per il trattamento dell’acqua, ma che spesso sono ritenuti poco importanti e quindi non sempre attuati:   

  1. Produzione acqua calda sanitaria (caldaia e scambiatore)
    • Durezza > 15°f obbligatorio il dosaggio dei polifosfati
    • Potenza > 100kW e durezza >15°f obbligatoria l’installazione dell’addolcitore
  2. Circuito di riscaldamento (caldaia e scambiatore)
    • Durezza > 25°f obbligatorio il dosaggio dell’anticorrosivo
    • Potenza > 100kW e durezza >25°f obbligatoria l’installazione dell’addolcitore
    • Potenza > 350kW e durezza >15°f obbligatoria l’installazione dell’addolcitore
  3. Generatore di Vapore (senza entrare nei particolari)