Risparmio energetico e Recupero Termico

NELLA REFRIGERAZIONE INDUSTRIALE

Dal 2010, dopo le richieste di alcuni nostri clienti abbiamo deciso di affrontare il mondo della refrigerazione con notevoli risultati. 

Ma cosa intendiamo per refrigerazione? Gli impianti che abbiamo affrontato fino ad ora, si caratterizzano per la produzione di acqua fredda la quale viene utilizzata come vettore per la climatizzazione di ambienti industriali o macchinari come stampi per la plastica. Le temperature vanno dai -10°C ai +15°C.

Come interveniamo? In questi anni la Mardegan Fabio si caratterizza per un approccio tecnico molto preciso, infatti prima di qualsiasi intervento simuliamo il fabbisogno termico del cliente in modo da capire quanta energia serve, ed il più delle volte i chiller sono già sovradimensionati, quindi le azioni sono:

  • Aggiornare l'impianto di distribuzione del fluido acqua in modo da sfruttarlo al meglio, con la temperatura di produzione già alta possibile
  • Aggiornare la gestione del o dei chiller, garantendo efficacia ma facendolo lavorare nella situazione a più alto rendimento
  • Inserire uno scambiatore come condensatore ad acqua per la produzione di acqua calda gratis, interessante per il settore alimentare ad esempio, e grazie al quale soprattutto d'estate si va anche a diminuire gli assorbimenti elettrici.

Conviene? Negli impianti che abbiamo riqualificato il risparmio di energia elettrica è andato dal 25% al 40%, in un impianto nel quale dovevano ogni estate aiutare i condensatori ad aria lavandoli con l'acqua, corrodendo ed incrostando così gli scambiatori, da quando abbiamo modificato l'impianto questo problema non esiste più, quindi c'è anche un notevole risparmio in manutenzione visto che il compressori lavorano meno ore.

"Allora perché non l'ho ancora fatto?!" Spesso i clienti mi pongono questa domanda, magari dopo che il frigorista gli ha proposto di aggiungere un chiller. I frigoristi sono specialisti nella produzione dei chiller, ma non sono altrettanto competenti nella progettazione dei circuiti di distribuzione dell'acqua ed li il problema, la distribuzione non ottimizzata del fluido vettore. Quindi bisogna chiedere a chi ha acquisito esperienza nella progettazione e costruzione di impianti di distribuzione del fluido acqua refrigerata.

Vi lascio in allegato anche la presentazione di questo nostro approccio agli impianti di refrigerazione.